Valeria Piccini: l’essenza della Maremma in un tortello

PICCINI

Una forza della natura Valeria Piccini. Grand Chef del ristorante bi-stellato Michelin Da Caino, è una delle donne più famose e premiate delle cucine italiane. Il ristorante ha una storia antica, come il borgo medievale in cui è situato. Se a Montemerano il tempo sembra essersi fermato, a restare sempre in pista ci pensa Valeria, che tra un mosaico di barbabietola, caprino e salsa di acciughe, una pancia di maiale confit con lenticchie yogurt e limone, e un cinghiale al profumo di finocchietto selvatico, ha trovato il tempo di parlare con noi. Anche se, come vedrete, la chef è capace non solo di far salire la salivazione, ma di far desiderare di conoscere molto più.

Una donna chef in un mondo maschile: cosa significa per lei, come ha portato avanti la sua professione?

Valeria-PicciniDa autodidatta, posso tranquillamente dire di non aver avuto “limiti” nelle mie esperienze. Sono sempre stata il capo di me stessa, quindi ho affrontato la mia professione con entusiasmo e senza la paura di essere schiacciata dal maschilismo che (purtroppo) sopravvive nelle cucine di tutto il mondo. È vero però che le donne sono per antonomasia le regine della cucina di casa. Piano piano, infatti, stanno uscendo dalla concezione famigliare e sempre più personalità si stanno facendo strada, sgomitando in questo mondo di Chef, raggiungendo anche successi importanti. Noi donne siamo la vera anima della cucina.

Da Caino è molto famoso: a quale piatto è particolarmente affezionata?

Posso immaginare che la risposta che le darò l’avrà sicuramente già letta, ma questa è una domanda riduttiva! Tutti i miei piatti sono per me un’emozione, se però dovessi stilare una classifica dei miei preferiti direi il Tortello di Cinta. Questo piatto si basa su un ingrediente fondamentale che riesce a legare il maiale di cinta senese del ripieno insieme alla castagna del brodetto: i fiori di finocchio selvatico. È usanza, qui in maremma, bollire i marroni con i fiori che vengono anche cosparsi sulla carne arrosto di maiale. Questo tortello, per me, chiude il cerchio del gusto maremmano.

Progetti interessanti a cui ha partS__8233ecipato e progetti futuri. Cosa bolle nella sua pentola?

Ogni anno seguiamo almeno tre progetti di beneficenza che organizzano eventi e cene; al momento siamo in fermento e abbiamo tanta, tantissima carne al fuoco. Non vi svelo niente per ora, come dite voi blogger… Follow us!

 

Da Caino fa parte di Relais & Chateaux.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.