Una #estateideale con l’Acer Iconia W3

iconia1

Ho trascorso questa mia #estateideale in compagnia dell’Acer Iconia W3. L’idea era quella di avere sempre con sé un tablet che fosse in grado di svolgere i soliti compiti che si affidano a un tablet: essere su Facebook, Twitter e compagnia più comodamente che usando l’iPhone, leggere e-book, consultare siti web e via dicendo. Insomma, tutto quello che potevo fare con il mio iPad ma un po’ meglio, dato che l’Iconia W3 è molto più recente.

È andata davvero così? Sì, ma non come mi aspettavo perché, a ben vedere, l’Iconia W3 è un tablet che non si comporta propriamente da tablet: questo ha diversi vantaggi ma mostra anche qualche punto, se non debole, comunque importante che va compreso da chi intende utilizzarlo. Come nell’ultimo articolo, ecco un decalogo a uso e consumo dei potenziali utenti di Iconia W3.

1 – Tablet sì, ma anche no
L’Iconia W3 è un tablet perché è costruito come un tablet, ma nell’uso non si comporta esattamente come un tablet perché non ha un sistema operativo da tablet ma da desktop, ossia Windows 8. Il nuovo sistema operativo di Microsoft si sposa ovviamente bene con la logica del tablet, dato che è nato per essere usato con molti “gesti”, ma siamo ancora in un periodo di transizione: alcune applicazioni sono in linea con la nuova interfaccia e le nuove logiche, mentre altre no. Questo può rendere le cose più complicate di quanto ci si aspetta da un tablet, tanto che alla fine ti accorgi di usare l’Iconia W3 spesso come un computer: lanci il Desktop (che in Windows 8 è un’app), usi Outlook, apri Office… In effetti fai più che con un tablet, ma questo utilizzo “ibrido” tablet-Pc non è come te l’aspettavi all’inizio.

2 – È piccolo il giusto
Più piccolo dell’iPad tradizionale, più grande dei tanti tablet Android che vediamo tutti i giorni in tram e metropolitana. La scelta di uno schermo da 8,1 pollici consente di stare in questo “giusto mezzo” e quindi di portarsi in borsa un tablet con un display effettivamente utilizzabile senza perdere la vista.

3 – Il display: bene ma migliorabile
La luminosità è molto buona e permette di usare l’Iconia W3 anche all’aperto comodamente. Il sistema touchscreen rileva bene i gesti delle dita. La risoluzione (1.280 x 800 pixel) è adeguata per gli usi da tablet. L’unico punto su cui lavorare è la nitidezza, un pannello LCD più “inciso” non sarebbe affatto male.

iconia2

4 – Ottima autonomia
Si può tranquillamente uscire di casa la mattina con l’Iconia W3 carico senza portarsi dietro il caricatore. Se non si fanno cose particolarmente impegnative, come attaccarsi a YouTube per ore, la batteria ci assisterà sino a sera.

5 – La costruzione: buona
È plastica, ma di quella buona. L’Iconia W3 dà una netta impressione di solidità e in effetti non ha mai avuto problemi nei nostri spostamenti, dal mare greco alle montagne sudtirolesi.

6 – Fotocamere: voto no
L’Iconia W3 ha due foto-videocamere, una anteriore e una posteriore. Entrambe hanno una risoluzione da 2 Megapixel, decisamente troppo bassa per chi abbia voglia di fare foto da pubblicare immediatamente sui social network. Nel caso, munitevi di una fotocamera esterna e sfruttate la porta microUSB del tablet.

7 – Prestazioni adeguate
Qui l’Iconia W3 porta a casa il risultato non proprio agevolmente, ma non delude in assoluto. Si comportano adeguatamente tutte le app di sistema e quelle di uso comune, per il resto siamo sempre di fronte a un piccolo processore a cui hanno dato da gestire il sistema operativo dei fratelli più grandi. Ma va bene così, specie perché proprio questo processore garantisce l’ottima autonomia di cui abbiamo già parlato.

iconiakey

8 – Dotazione: insomma…
Il prezzo basso impedisce di considerare la dotazione standard insufficiente, ma almeno una custodia sarebbe stata gradita (è opzionale, però c’è). A proposito di accessori, considerate l’acquisto della tastiera esterna: dato che spesso si usa l’Iconia W3 come un computer tradizionale, la tastiera wireless progettata da Acer diventa un accessorio molto consigliabile.

9 – Prezzo: molto buono
Il listino al lancio indicava 329 euro e già così era il prezzo più basso di questa nuova categoria di tablet con Windows 8. Poi con le offerte delle grandi catene e dei venditori online siamo già andati sotto i 300 euro. Dato che a questo costo ci si porta a casa più di un tablet e un po’ meno di un portatile “fascia budget”, decisamente OK.

10 – Conclusioni: per noi è un sì
Fa molte cose, costa poco, ha una grande autonomia: questi sono i tre punti di forza principali dell’Iconia W3 e per noi bastano a renderlo un prodotto convincente. L’unico sforzo che viene chiesto ai suoi utenti è quello di non considerarlo solo per quello che sembra, ossia un tablet. Pensatelo più come un piccolo portatile senza tastiera che può anche, per diverse app che speriamo diventino con il tempo molte di più, adottare la logica (più immediata e tutto touch) di un tablet.

 

(articolo in collaborazione con Francesco Pignatelli)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.