Seppie alla griglia e caponatina estiva

33720334_10156415406214308_3627938753009418240_n

Griglia e grigliata. Parole magiche che associo a casa, famiglia, vigne e soprattutto allo stare insieme. Siamo dei veri a propri “serial griller” in campagna, tanto che ci è capitato di accendere le braci pure a gennaio, sfidando freddo e pioggia per gustarci una bella fiorentina.

Quando siamo in città però le cose cambiano e tutto diventa problematico.

Dove? Come? Quando? Il condominio non aiuta di certo, anzi pone diversi ostacoli.

Però uno sfizio ce lo siamo tolti lo stesso sabato scorso, abbiamo cucinato delle buonissime seppie alla griglia.

Dopo l’immancabile palestra, sono andata al supermercato, ho scelto solo ingredienti freschi e in pochi minuti ci siamo ritrovati sul nostro piccolo balconcino felici e contenti, a goderci il sole.

Se anche voi volete provare questa cottura velocissima e super light, ricordate di far grigliare solo 3 o 4 minuti per lato per evitare che le seppie si induriscano. Prima di metterle in padella, ricordate di inciderle (così non si arricciano) e marinatele in

  • olio evo
  • limone
  • prezzemolo tritato
  • acciughe tritate

Vedrete che sarà davvero semplice preparare un piatto saporito. Se poi aggiungete anche qualche verdura fresca, magari fatta alla griglia, come zucchine o melanzane, con l’aggiunta di aglio o menta a piacere, avrete davvero l’Estate nel piatto.

Se invece le verdure alla griglia non vi fanno impazzire, potete preparare una caponatina, magari da servire fredda. Giugno offre proprio tutte le verdure giuste.

Ecco qui una ricetta per prepararla

 

Ingredienti per 6 persone

1 kg di melanzane lunghe

600 g di sedano

2 Cipolle

200 gr di Olive verdi

3 cucchiai di Capperi

500 gr di Pomodori

50 gr di Zucchero

Mezzo bicchiere di Aceto rosso

QB Basilico

QB Olio extra vergine di oliva

QB Sale grosso

 

Preparazione

Lava tutte le verdure. Taglia le melanzane a cubetti. Mettili in uno scolapasta, cospargili di sale grosso, coprirli con un piatto e mettici sopra un peso per fare in modo che perdano la loro amarezza e lasciali scolare per un’ora. Pulisci il sedano, taglialo a turno e sbollentalo in una pentola di acqua bollente salata. Asciugalo e cuocilo a fuoco basso in pentola con un filo d’olio.

Trita le cipolle e friggila in padella. Aggiungi capperi e olive, quindi friggi per altri 10 minuti. Aggiungi i pomodori tagliati a cubetti e cuoci a fuoco allegro per venti minuti.

Sciacqua i cubetti di melanzana, asciugali e friggili in padella. Quando saranno dorati, aggiungi le altre verdure. Aggiungi quindi zucchero e aceto, quindi cuoci fino a quando l’aceto è evaporato. Assaggia e aggiusta di sale se serve.

Sia seppie che caponata sono tipici anche della cucina siciliana, di cui siamo estimatori. Le seppie ci donano il loro nero, che caratterizza primi piatti siciliani. Avete mai assaggiato gli spaghetti o la “pasta cul niro di sicci”? Il pensiero vola subito a Montalbano, agli arancini, alla cassata e agli immancabili cannoli. Ci piace moltissimo la cucina di mare, fatta di pesce ma non solo. Se guardiamo infatti alle ricette dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, troviamo anche tantissime verdure, trattate in maniera sapiente. La cucina mediorientale ad esempio, con i suoi mille antipasti e i soffici panificati offre davvero gusti e abbinamenti da ricordare. Senza andare all’estero e guardando alla nostra splendida Sardegna, questa offre splendidi piatti di carne, tra cui il cinghiale (ad esempio da fare con le olive), spettacolare.

Sempre come antipasto, a noi piacciono molto anche salse come hummus e tzatziki, da gustare come antipasto su crostini di pane. Con i loro aromi ci ricordano i cieli tersi, i tramonti in spiaggia… le vacanze. Anche voi avete già voglia di partire? Noi per il momento ci accontentiamo di iniziare e continuare bene i nostri pranzetti cittadini.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.