Saeco spegne 30 tazzine

CQLRgJ5WIAA6YK-

Sapevate che Saeco è stata il pioniere di un nuovo modo di gustare il caffè a casa? Nel 1985 l’azienda lancia la prima macchina superautomatica che ha permesso di gustare per la prima volta un espresso di qualità come quello del bar, a casa propria.

Sono passati 30 anni da allora, ma Saeco ha continuato a lavorare per far evolvere la cultura del caffè a casa, unendo innovazione, tradizione e lo stile del Made in Italy.

Le macchine Saeco si distinguono per il design che si adatta all’ambiente domestico e per le performance che permettono di replicare a casa i processi e le tecniche dei baristi professionisti, grazie ad alcune tecnologie brevettate, come il gruppo erogatore removibile presente nella primissima macchina, la Superautomatica, oppure il cappuccinatore automatico per poter realizzare un cappuccino perfetto anche a casa, che è del 1996.

Nel 2014, Saeco presenta poi GranBaristo, la prima macchina connessa in rete, che permette di realizzare la bevanda scelta via smartphone.

Abbiamo festeggiato insieme a Saeco con una cena a base di caffè, preparata da Aurora Mazzucchelli, ospite di Matteo Torretta al ristorante Asola. Vi lascio alle foto dei piatti e vi darò prossimamente le ricette.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.