Cirio e gli usi alternativi degli olii

Se vi dico Cirio cosa vi viene in mente? Pomodoro, giusto. In realtà i prodotti sono tanti e oggi vi parlo di olio. La marca ha rinnovato la propria immagine, mettendoci il cuore, nel lavoro e nel logo. Insieme a questo cambia anche il packaging: la bottiglia ha una forma arrotondata, personalizzata con cucchiaio e forchetta, simboli della cucina di ogni giorno.

Cirio propone 4 differenti tipologie di olio:

1- OLIO EXTRA VERGINE DELICATO: dal gusto leggero e dal profumo gradevole per chi preferisce i sapori delicati. Consigliato per una cucina dai sapori leggeri come verdure lesse, insalate, carni bianche e pesci.

2- OLIO EXTRA VERGINE CLASSICO: dal gusto morbido ed equilibrato, ideale come condimento quotidiano. Il vero passe-partout da avere sempre in cucina. Un olio versatile che si sposa con i diversi gusti dei piatti.

3- OLIO EXTRA VERGINE RUSTICO: non filtrato, pensato per chi ama i sapori della tradizione e il piacere della buona tavola. Ideale per ogni preparazione che richieda un condimento deciso come ad esempio bruschette, ricette di lunga cottura e carni rosse.

4- OLIO DI OLIVA RICETTE DELICATE: dall’aroma morbido e delicato, è perfetto per i condimenti più leggeri. È particolarmente adatto alla preparazione di salse, per piatti al vapore, per condire insalate tenere e verdure delicate e per tutte le ricette che richiedano un olio che non copra i sapori ma ne valorizzi il carattere originale. Inoltre, risulta una valida alternativa al burro nella preparazione di numerosi basi per la pasticceria. Ottimo anche per la preparazione di pane e focacce.

Per cos’altro si può utilizzare l’olio? Ne abbiamo discusso durante un evento con Monica ed Elisabetta. Eccovi i risultati.

Usi alternativi dell'olio_Cirio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.