MilanoVino: a casa tua in motorino

Si trova in via Savona a Milano, in una ex-fabbrica di gioielli, la sede di Milano Vino. Ho avuto il piacere di vistarla la scorsa settimana, venendo a conoscenza di questa realtà giovane ed originale: sono infatti giovanissimi i quattro ragazzi, tra cui un enologo ed un sommelier, che un anno e mezzo fa hanno dato vita a questa società.
In che cosa consiste la loro attività?
Stanchi di bere sempre le solite bottiglie durante le cene a casa di amici, spinti quindi dalla voglia di provare nuovi profumi, decidono di selezionare e distribuire vini di qualità, provenienti però esclusivamente da produttori piccoli e medi, che diversamente non arriverebbero alla distribuzione della GDO e che quindi risultano sconosciuti ai più. I prezzi dei vini scelti vanno dai 5 euro sino al più caro (magnum) da 80 euro. Si collocano quindi tra l’enoteca ed il supermercato.
Sono partiti distribuendo vini del nord, andando in azienda personalmente e chiedendo campioni da selezionare, per arrivare ora a coprire tutte le regioni d’Italia. Al momento offrono infatti 100 etichette per una quarantina di produttori.
Milano Vino offre come dicevamo etichette non eccessivamente conosciute, ed è questo proprio il suo punto di forza, che può interessare ai cultori del vino che abbiano voglia di sperimentare ed assaggiare bottiglie insolite ma di qualità. Quest’ultima è garantita dall’esperienza e dal lavoro congiunto di enologo e sommelier, che un giorno a settimana si dedicano esclusivamente agli assaggi di nuovi campioni.
La cosa più divertente di Milano Vino è che, se abitate a Milano, le bottiglie verranno recapitate direttamente a casa con uno speciale motorino griffato! 🙂 Una logistica sprint che in una città trafficata come il capoluogo meneghino si è rivelata un valore aggiunto considerevole.
Si capisce che il business è partito dalla nostra città, ma non è già più locale: è possibile infatti avere i vini selezionati da questi ragazzi in tutta Italia, via corriere.
Ai primi clienti privati milanesi, si sono poi aggiunti anche ristoratori, che trovano comodo esternalizzare il magazzino dei vini.
Ai privati viene poi offerto un servizio molto comodo: in caso di party si paga al consumo. Le bottiglie rimanenti vengono ritirate senza problemi.
Durante la visita ho assaggiato un vino bianco, dato da vernaccia e vermentino, davvero interessante.
Via Savona ha quindi sostituito a quelli più classici un altro tipo di gioielli… non resta che assaggiarli!

QUI trovate le foto della visita alla sede.
Compagni di viaggio: Paola Sucato, Sandra Longinotti, Sara Porro, Gaietta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.