Mancini e Chiarli i primi protagonisti Pastiferi

Eccomi dunque a riportarvi della prima serata Pastifera dell’anno.
Come avrete capito dal simpatico gioco di parole e dalla mia precedente segnalazione, si tratta di una serie di eventi dedicati alla miglior pasta italiana, organizzati da Cucina Gourmet, Il Gusto Gribaudo e C.Reed Gourmet. La prima serata ha visto protagonista la pasta Mancini, abbinata ai vini Charli, preparata dalle abili mani degli chef Dario Abbate del Radisson Blu Hotel Milan (location dell’evento) e di Stefano Ciotti, Chef stellato del ristorante Vicolo Santa Lucia, dell’Hotel Carducci 76 di Cattolica (Rimini).

Arrivo in orario, ma ancora ci sono poche persone. Il ristorante del Radisson ha diverse zone arredate in maniera differente, che creano ambienti adiacenti tutti in stile etno-chic ma la prima cosa che noto è la postazione che verrà utilizzata per lo show cooking e vedo subito Zamperini e Ci_polla un po’ emozionata perchè dovrà presentare la serata 🙂

Arrivano gli amici, prendiamo posto al tavolo centrale, in prima fila per lo show cooking (mi sa che qualcuno sapeva già che avrei fatto 200 foto?!) ed iniziamo la maratona di carboidrati!
Ecco il fantastico menu:

Melanzana con trenette Mancini e salsa allo sfincione
Spaghetti Mancini, sugo di calamari e vongole al limone, cime di rapa piccanti
Tuffoli Mancini ripieni alla vaccinara, pecorino di fossa e carciofi alla pugliese
Tirami-su-la-pasta-Mancini

Vini in abbinamento:
Cleto Chiarli “Brut Rosè”
Cleto Chiarli “Premium Lambrusco di Sorbara”
Cleto Chiarli “Lambrusco amabile”

La pasta Mancini non ha deluso le aspettative: si è rivelata corposa al punto giusto, ha mantenuto la cottura anche in preparazione complesse, si è sposata coi sughi creando golosi connubi. Le ricette e la presentazione dei piatti sono state eccellenti, con abbinamenti e sapori deliziosi.
Ho apprezzato particolarmente la melanzana con trenette, molto bella anche da vedere e dalla preparazione interessante.
Anche i vini sono stati ottimi: il lambrusco Chiarli ha colori e profumi deliziosi. Molto diversi dagli altri vitigni della zona, che portano a prodotti dalle caratteristiche differenti.
Durante la serata ho avuto modo di conoscere Francesca Bodini, una degli organizzatori, che colgo l’occasione per salutare.

Ecco dove potete trovare il mio album fotografico della serata Pastifera.
Neanche da dire che il giorno dopo mi sono fiondata in palestra per smaltire tutta la meraviglia del giorno prima?!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.