Latticini: 13 mln di investimenti in R&D per Sabelli

Sabelli_AngeloGaleati-SimoneMariani

Nelle Marche, nella zona di Ascoli Piceno, c’è un caseificio storico giunto alla quarta generazione, che oggi è una realtà leader di mercato Ne parliamo con  Angelo Galeati, AD del gruppo Sabelli.

– Storia e tecnologia: sviluppi e attuali investimenti
Le origini di Sabelli risalgono al 1921, quando Nicolangelo Sabelli dà inizio all’attività insieme al figlio Archimede, nostro nonno. Sarà quest’ultimo a portare il caseificio nelle Marche e a porre le basi per quella che oggi è una realtà industriale internazionale, il secondo polo in Italia per la produzione di mozzarelle da tavola, che mantiene però forte l’artigianalità delle produzioni e la proprietà famigliare.
La nostra crescita si è consolidata attraverso acquisizioni e investimenti. Per quanto riguarda le acquisizioni, l’ultimo entrato nel gruppo Sabelli è Caseificio Val d’Aveto, produttore ligure di yogurt colato e formaggi tradizionali di segmento premium. Questa scelta risponde alla strategia di portare al nostro interno i campioni nelle rispettive nicchie del Food Made in Italy, per integrare la nostra offerta puntando sempre sulla qualità.
In tema di investimenti, abbiamo siglato quest’anno il contratto di sviluppo “LatTraZione 2020 SABELLI”, che prevede 13 milioni di euro destinati a migliorare la produzione e a finanziare la ricerca & sviluppo. Questo piano ci consentirà di produrre meglio e di più, con un miglioramento delle condizioni di lavoro, ma anche riducendo consumi e impatto ambientale. Realizzeremo inoltre una nuova palazzina direzione nella nostra sede di Ascoli Piceno, per rafforzare la centralità del territorio nelle nostre attività. Attraverso la ricerca & sviluppo, forniremo ai consumatori prodotti sempre più adatti ai moderni stili di vita, in formati pratici e moderni.

– Prodotti di punta e usi consigliati
Data la qualità della materia prima, interamente italiana, e dei processi produttivi, i prodotti Sabelli sono destinati ai segmenti in cui freschezza e gusto superiore sono considerate dai consumatori un elemento decisivo nella scelta. I nostri prodotti di punta sono quindi mozzarella di alta qualità, burrata e stracciatella. Ottime da consumare da soli, grazie a gusto, freschezza e consistenza, sono anche adatte a numerose preparazioni, dove la più conosciuta è sicuramente la pizza. Abbiamo diverse collaborazioni con pizzaioli e chef professionisti, che ci hanno proposto ricette originali e gustose, disponibili sul sito www.sabelli.it. Gli ingredienti che accompagnano i nostri formaggi vanno dal salmone alle classiche alici sott’olio, dai funghi allo spinacio, fino ad accostamenti più creativi, come fragole o chips di patate. Stracciatella e burrata, con la loro consistenza cremosa e il gusto delicato, sono ottime anche per piatti di impatto ed eleganti, ad esempio con una tartare di tonno e pistacchi oppure in un risotto con alici e limone. Tutte queste ricette sono presenti sul nostro sito web, con tante idee per utilizzare i nostri prodotti in cucina.

– Il vostro mercato?
In Italia siamo leader di mercato per stracciatelle e burrate, e uno dei principali produttori di mozzarella da tavola, con una quota di mercato in crescita. A livello internazionale abbiamo piani ambiziosi, che vedono l’export come priorità strategica dei prossimi cinque anni. Per questo stiamo creando una rete commerciale specifica che segua i principali mercati europei ed extra-UE per aumentare la nostra quota di esportazioni.

– I giovani e i formaggi: come si interfacciano le nuove generazioni?
Per quanto riguarda la mozzarella, in Italia la domanda esprime uno scarso dinamismo, per cui possiamo dedurre che non ci siano stati grossi cambiamenti nelle nuove generazioni a livello di preferenza di prodotto, che comunque resta un alimento tipico delle tavole italiane. Il fattore decisivo è quello di rispondere alla domanda di comodità d’uso attraverso formati sempre più pratici e all’esigenza crescente di prodotti legati alla salute e al benessere. In questo senso, abbiamo lanciato una linea di mozzarelle, burrate e stracciatelle senza lattosio, che mantengono la cremosità e il gusto del prodotto tradizionale ma offrono una opzione in più per i consumatori attenti al benessere. Una scelta che è stata premiata, dato che si è aggiudicata il premio “Eletto prodotto dell’anno 2018”, basato sulle scelte dei consumatori stessi. Oltre all’innovazione, un altro nostro punto di forza è quello di utilizzare una materia prima 100% italiana, per lo più proveniente da allevamenti locali, e di utilizzare processi produttivi che mantengono l’artigianalità dei nostri formaggi. In questo modo rispondiamo perfettamente e in maniera naturale alla domanda di qualità e di genuinità che proviene dai consumatori.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.