INTERvista a Luna Nerazzurra

Capita spesso di entrare in contatto con food blogger tramite i social media, ma poi per via delle troppe cose da fare capita che non si abbia il tempo per approfondire la conoscenza di persone interessanti. Intervistare Ornella di Ammodomio è stato un modo carino e soprattutto divertente per conocersi meglio. Per questo ho deciso di continuare con questi “incontri virtuali” ed oggi vi presento Maria Giovanna del blog I Pasticci di Luna, che ci racconterà qualcosa di se’. La ringrazio per la disponibilità e vi auguro buona lettura!

Mi chiamo Maria Giovanna, abito nell’entroterra siculo, in un paesino in provincia di Enna; nella vita faccio l’ingegnere, la moglie e la mamma.

Mi sono “buttata” nell’avventura del blog nell’estate del 2008, ma contrariamente a molti food blogger, non ho aperto un blog di cucina con l’intenzione di mostrare a tutti la mia bravura ai fornelli o nell’arte della fotografia; tutto è cominciato dal forum di cucina che frequentavo, dove, tra una battuta e l’altra, Paoletta (di Anice e Cannella) mi ha esortata a creare un blog per raccogliere e condividere le mie ricette. La cosa curiosa è che quando sono entrata la prima volta sul forum l’ho fatto per caso, infatti in quel periodo deridevo mia sorella che invece lo frequentava da tempo; personalmente, fino ad allora, non avevo mai pensato di avere attitudini culinarie (non avevo mai lievitato in vita mia, ed impastato con le mani raramente : il contatto del cibo con le mani mi era sgradevole!).

Il mio blog si caratterizza molto probabilmente per la semplicità delle mie ricette ed il fatto che queste siano composte da ingredienti facilmente reperibili; é possibile anche che siano gradite la prevalenza di ricette sicule, oltre che l’attenzione nel proporre anche ricette che non contengono uova, burro e/o glutine.

A parte le piccole soddisfazioni di tutti i giorni, sono fiera del mio blog quando mi rendo conto che le mie ricette vengono seguite e spesso lodate: uno dei successi più importanti é l’aver saputo che in Francia vengono svolti degli Atelier di cucina italiana basati sulle ricette del mio blog (oltre che del mio ricettario personale). Un altro successo è l’attenzione ricevuta da parte di Aziende importanti nel settore dell’industria agroalimentare, che hanno scelto di collaborare con il mio blog.

Se avessi saputo che il mio blog sarebbe diventato quello che è oggi, avrei magari studiato un nome diverso, più attinente alla cucina; quello attuale invece può ispirare simpatia o antipatia “sportiva” e forse non tutti i potenziali lettori hanno la curiosità di visitare il mio blog, ignorando che questo tratta di cucina. Anche sui diversi social network che frequento mi capita di venir contattata sulla base della simpatia sportiva invece che su quella della passione per la cucina, motivo principale della mia presenza sulla rete.

Sono lieta di far parte della comunità dei food blogger. La mia impressione a riguardo é molto positiva. Questo ambiente offre la possibilità di conoscere tante ricette, di avere dei punti di riferimento, nuove idee e spunti ma anche quella di conoscere tante persone che condividono la nostra stessa passione. Grazie al food blogging ho instaurato delle vere e proprie amicizie.
Certo, come ogni ambiente si potrebbe migliorare rispettando qualche semplice regola di educazione civica, per esempio evitando di plagiare materiale altrui, quale fotografie o ricette e, se si utilizza materiale prelevato da Internet, indicandone la fonte e l’autore.

Le mie ricette che riscuotono maggior successo in generale sono la caponata siciliana, le lasagne alla zucca gialla, il pollo al miele ed al limone, la pizza e le varie schiacciate, la torta muffinosa© ai pomodori secchi, le castagnole, la torta all’arancia. Sul blog, invece, riscuotono successo le crêpes senza uova, la crema senza uova, le mie torte muffinose©, la marmellata di cachi… e tante altre!

Se penso alla ricetta che mi piace cucinare più di ogni altra, devo ammettere che non ce ne è una in particolare, ed essendo io abbastanza lunatica le mie scelte culinarie dipendono molto dall’umore del momento. Mi piace cucinare di tutto, dalla caponata siciliana ai dolci; diciamo che amo stare “con le mani in pasta” e lievito anche in estate, quando in Sicilia si toccano i 40°C! Ad esempio lo scorso Ferragosto ho avuto il coraggio di fare la pastiera napoletana!!! 😀 Più che altro mi piace molto sperimentare ricette senza glutine, e quando riescono bene sono la persona più soddisfatta del mondo! 🙂

Amo invece mangiare la pastiera napoletana preparata da mia nonna, ed anche tutto ciò che prepara mia madre, che ai fornelli ci sa fare 🙂 Mi é difficile fare una classifica a questo proposito, perchè le sue cassatelle alla ricotta, quelle al cioccolato, i buccellati, l’arrosto, gli involtini di melanzane, il coniglio in agrodolce ecc ecc non sono classificabili!!! 🙂

Se potessi scegliere un ingrediente che mi rappresenta, sarebbe la crema di aceto balsamico perchè è agrodolce ed accompagna a meraviglia sia il dolce che il salato; forse anche una marmellata o mostarda tipo quella veneta, dolci e piccanti allo stesso tempo; in alternativa, e per le stesse ragioni, la caponata siciliana 🙂

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.