Il peso dell’occhio

Mi stavo domandando quanto in cucina pesi l’occhio… quanto cioè, nella cucina di tutti i giorni, si seguano pedissequamente le ricette pesando tutti gli ingredienti e quanto invece si vada “a sentimento”. Mi capita spesso di non aprire nemmeno il libro di cucina e di andare avanti così in automatico, a volte senza nemmeno assaggiare. Certo, quando si tratta di sperimentare nuove ricette, si è costretti a pesare tutto e seguire i consigli per la preparazione. Ne sono un esempio i dolci e la pasticceria, che richiedono precisione. Cosa ne pensate? Vi piace pesare o preferite l’istinto e la creatività?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.