Il decalogo per la tavola perfetta

La tavola unisce gli italiani, secondo un “Italian way of Fooding“. È quanto emerge da uno studio promosso dal Polli Cooking Lab. Volete i numeri che sostengono questa affermazione? Eccoli.

Secondo il 78% degli italiani il sedersi a tavola ha a che fare anche con la sfera emotiva ed affettiva. Secondo l’84% dei soggetti monitorati, mangiare bene aiuta ad essere felici. La tavola è infatti uno degli elementi che più caratterizzano lo stile di vita che unisce i pilastri della dieta mediterranea a tradizione e costumi della tavola italiana, intesi come momento di condivisione e convivialità. È questo uno stile di vita tra i più indicati per il proprio benessere personale, sia a livello fisico, sia a livello mentale.

Cosa si intende con “mangiare bene”? Per l’83% degli italiani significa rispettare delle abitudini consolidate, per il 75% equivale a scegliere prodotti made in Italy, per il 63% affidarsi a consigli e tradizioni di nonna e mamma, consigli che, per la maggior parte degli intervistati, sono strettamente legati alla dieta mediterranea (84%). È quanto emerge da uno studio promosso dal Polli Cooking Lab in occasione dello show cooking ispirato all’“Italian way of Fooding” e allo “star bene a tavola” insieme alla chef stellata Cristina Bowerman, volto Ambassador  per Expo 2015. Lo studio è stato condotto su circa 1600 italiani, uomini e donne di età compresa tra i 18 e i 60 anni.

Cosa serve per realizzare una tavola perfetta? Secondo l’85% dei monitorati, affinché il pasto si consumi nel migliore dei modi, non possono mancare i prodotti della tradizione meglio se di alta qualità (79%). Il 69% vede come irrinunciabili, nella tavola perfetta, le ricette della tradizione gastronomica italiana, ma spazio anche a sperimentazioni, sempre nel rispetto della cultura del nostro Paese (54%).

Il 77% dei soggetti monitorati non rinuncerebbe mai alle proprie abitudini alimentari, quelle fortemente legate alla dieta mediterranea. Ma perché gli italiani sono così legati a questo regime alimentare? Il 77% dei monitorati lo sceglie perché lo considera il migliore, il 68% perché evoca ricordi d’infanzia, il 61% perché rappresenta la cultura e la tradizione italiana.

Per concludere, vi lasciamo IL DECALOGO DEGLI ESPERTI PER LA TAVOLA PERFETTA:

  1. VIVERE E CONDIVIDERE. A tavola la parola chiave è condivisione, non solo del pasto ma anche delle proprie esperienze ed emozioni
  2. MAI DA SOLI. Perché magiare soli riduce l’esperienza del pasto ad una semplice routine
  3. RISPETTARE LE TRADIZIONI. Perché le tradizioni italiane sono tra le più apprezzate ed adottate, patrimonio da conoscere e tramandare
  4. MADE IN ITALY. La qualità e l’unicità dei prodotti italiani sono invidiati da tutto il mondo. Perché rinunciarci?
  5. PRENDITI IL TUO TEMPO. Quando ci si siede a tavola è importante prendersi il giusto tempo, la fretta è nemica del gusto
  6. AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA. Perché per stare bene a tavola è fondamentale condividere questi momenti con gli affetti più cari, ma mangiare insieme è anche l’occasione per dare spazio a nuovi incontri
  7. SPERIMENTARE, MA NON TROPPO. Provare nuovi abbinamenti e nuove ricette va bene, ma sempre nel rispetto della tradizione gastronomica italiana
  8. IMPARARE ED EDUCARE. La tavola è il luogo ideale per scoprire il piacere del gusto e tramandare alle nuove generazioni il sapere gastronomico della propria tradizione
  9. STACCA LA SPINA. La tavola deve essere un ambiente accogliente e comprensivo dove scaricare le tensioni della routine quotidiana
  10. COCCOLATO DALLA MUSICA. Perché l’esperienza della tavola sia completa importante anche la scelta della musica. Atmosfere delicate e non invasive, meglio se evocative, aiutano a vivere il pasto al meglio
[Credits: ilgustoitaliano.ch]

 

tavolata_659x439px

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.