Il contest del Food Revolution Day

mime-attachment

Sapevate che ogni anno in Italia finiscono tra i rifiuti dai 10 ai 20 milioni di tonnellate di prodotti alimentari, per un valore di circa 37 miliardi di euro, pari a un costo di 450 euro all’anno per famiglia? E che questo cibo basterebbe a sfamare circa 44 milioni di persone?

Per dire basta allo spreco e inventarci delle golose ricette del riciclo, come facevano le nostre mamme e le nostre nonne torna il Food Revolution e il giorno a lui dedicato, con Jamie Oliver.

In particolare quest’anno si mobilita Torino, che organizza un contest, a partire dal 15 maggio.

È possibile partecipare attraverso il proprio spazio web (blog, sito, profilo Facebook, Instagram) o su quelli ufficiali di Food Revolution Turin.

Mandate entro e non oltre il 10 maggio le vostre ricette del riciclo con foto alla mail foodrevturin@gmail.com.
Il 14 maggio, entro le ore 19, postate sul proprio spazio web e sui propri canali social una ricetta fatta in casa, corredata da foto, che deve seguire uno di questi temi:

– NO WASTE CONTEST – La cucina del riciclo: bisogna ideare una ricetta con ingredienti normalmente considerati avanzi o scarti (i gambi degli asparagi, le bucce della mela, l’arrosto avanzato, ecc.).

– NO WASTE CONTEST – Il pane vecchio non si butta: bisogna ideare una ricetta che abbia come protagonista il pane avanzato.

Taggate le foto con #FoodRevolutionDayTurin #NoWasteContest.

Tutte le foto ricevute verranno pubblicate il 15 maggio sul sito di Food Revolution Torino.

 

Le ricette migliori verranno selezionate dalla giuria di Food Revolution Day Turin e saranno protagoniste dell’evento live che si svolgerà a Torino nel mese di giugno.

Inoltre la ricetta prima classificata verrà premiata con un cesto di prodotti Gli Aironi (gliaironi.it), la seconda con un buono spesa del negozio online Tastè (www.tastegustoitaliano.it).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.