Il bilancio di Gusto in Scena 2011

La prima edizione di Gusto in Scena organizzata a Lugano si è chiusa positivamente in quanto a visitatori, quasi esclusivamente professionisti del settore. I settori Vino e Gastronomia sono stati visitati da circa 550 persone nel primo giorno dell’evento, il 13 marzo scorso, e da circa 500 il successivo, nonostante la pioggia intensa abbia trattenuto molti di coloro che avevano dato per certa la loro presenza.
L’inaugurazione del congresso ha raccolto più di 400 persone, che con curiosità hanno ascoltato il racconto della “vera storia della Guida Michelin” a cura del suo direttore Fausto Arrighi. Il secondo giorno i circa 300 presenti al congresso, tra cui 120 allievi delle scuole alberghiere, hanno seguito con molto interesse le diverse relazioni degli chef stellati.

Gusto in Scena si è tra l’altro proposto come un vero e proprio festival delle eccellenze italiane, grazie a I Magnifici Vini, rassegna di vini italiani, svizzeri e sloveni, e a Seduzioni di Gola, esposizione di golosità di tutta Italia con al suo interno L’isola dell’Olio Extravergine, una rassegna di undici produttori di diverse zone d’Italia.

Altro spunto importante della manifestazione: il ruolo dei giovani nella ristorazione.
Marcello Coronini ha voluto ospitare 200 studenti degli Istituti alberghieri di Como, Domodossola e Milano. Una parte degli studenti dell’Istituto Alberghiero Casnati di Como ha anche collaborato attivamente, il che per loro si è tramutato in un vero e proprio stage formativo suddiviso in accoglienza, sommellerie e cucina.
L’appuntamento ora è per l’edizione 2012 di Gusto in Scena.

Altre informazioni sul sito di Gusto in Scena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.