Identità Golose Milano: da evento a location e hub internazionale

41733847_511918605921809_1401244247234969600_n

Da oggi Identità Golose, il congresso che da 15 anni racconta la grande tavola italiana e internazionale, diventa non solo evento ma anche location.

Si chiama Identità Golose Milano e l’indirizzo è via Romagnosi 3.
Un Hub Internazionale della Gastronomia, uno spazio eventi con

  • una cucina-laboratorio
  • un’ampia sala e uno spazio esterno dedicato alla ristorazione 
  • aree dedicate alla didattica e alla divulgazione

 

Le parole chiave saranno intrattenimento, sperimentazione e ricerca intorno alla cucina di qualità.

Abbiamo intervistato i fondatori e organizzatori dell’evento, per saperne di più.

41808163_512323032548033_8443959305127854080_n

Come nasce l’idea?

L’idea è maturata negli anni, ma è apparsa una mossa indispensabile dopo il successo clamoroso di Expo, dove Identità aveva un suo ristorante, onoratissimo da chef di fama mondiale e frequentatissimo dal pubblico: «Volevamo dare continuità all’esperienza del 2015», dicono Paolo Marchi e Claudio Ceroni. «In quei sei mesi abbiamo avuto cinquantaseimila clienti italiani e stranieri ai nostri tavoli, e la maggior parte di loro non era mai stata in un ristorante stellato. Vuol dire che abbiamo centrato l’obiettivo, attirare il pubblico verso l’alta cucina».

Paolo Marchi – “Abbiamo fatto tesoro dell’esperienza di Expo. Abbiamo analizzato cosa si potesse riproporre e cosa andasse invece adattato. Là avevi decine di migliaia di persone che ti passavano davanti ogni giorno, e cercavano anche ristoro di qualità; qui abbiamo disegnato invece una struttura che sarà maggiormente polo culturale dedicato alla tavola, con eventi tutto l’anno.” 

Che obiettivi vi ponete?

Identità Milano si candida a diventare il luogo per eccellenza – sospeso tra la maestosità della Milano storica e la dinamicità di quella contemporanea – dove si racconterà senza soluzione di continuità l’evoluzione della grande cucina.

Ma ha anche la vocazione e l’obiettivo di avvicinare alla cucina d’autore un pubblico vasto e variegato, superando il timore di un conto fuori controllo, magari a causa dell’incognita dei vini.

Quali saranno gli ospiti internazionali, chi è il primo?

Per la prima serata aperta al pubblico di Identità Golose Milano, giovedì 20 settembre dalle 19:30, saranno con noi l’uruguaiano Matias Perdomo (Contraste – Milano, una stella Michelin), il francese Philippe Léveillé (Miramonti l’Altro – Concesio, due stelle Michelin), il tedesco Christoph Bob (Il Refettorio del Monastero Santa Rosa – Conca dei Marini, una stella Michelin), lo spagnolo Rafael Charquero (coordinatore della pasticceria del gruppo Enrico Bartolini).

Proseguiremo venerdì 21 settembre con Paco Roncero, uno dei più pirotecnici e creativi tra gli chef spagnoli. La filosofia che ha applicato ai molti progetti gastronomici che ha ideato, in oltre vent’anni di carriera, è di spingere sempre oltre i confini di ciò che chiamiamo “cucina”, per offrire ai commensali affascinanti esperienze multisensoriali. Oggi, oltre al suo ristorante principale, il madrileno La Terraza del Casino (due stelle Michelin), guida insegne di successo a Ibiza, Hong Kong, Bogotà, Shanghai. Sarà quindi un’occasione unica per assaggiare alcuni dei signature dish che gli hanno permesso di conquistare una fama planetaria.

Sabato 22 settembre tornerà a trovarci a Milano la slovena Ana Roš, migliore chef donna del mondo nel 2017 per la World’s 50 Best: i suoi piatti parlano sloveno, raccontano il territorio, ma c’è di più, perché la classe travalica le frontiere. La sua è altissima cucina, quindi appartiene al mondo e siamo davvero orgogliosi di poterla offrire al pubblico milanese che si prenoterà per questo imperdibile appuntamento. 

All’interno di Identità Golose Milano ogni chef propone un menu di 4 portate rappresentative del proprio stile. Il menu serale sarà proposto a 75 euro, vini compresi. A pranzo il menu prevede una formula business con la possibilità di ordinare à la carte.

Per maggiori info > http://www.identitagolosemilano.it/

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.