Don Juanito: cucina andina a Milano

Headline

Don Juanito è cambiato. I milanesi forse lo ricorderanno quando è nato, nel 2003, come tavola calda. Divenuto poi bistrot del Don Juan, oggi si è trasformato in un ristorante andino che vuole far vivere colori, profumi e tradizioni di un territorio che forse ancora non tutti conoscono.

La cucina presenta tanti elementi di un territorio caratterizzato dall’essere attraversato in tutta la sua lunghezza dalla catena montuosa. Così mais, platano, carne, pesce, legumi e cereali si mixano ad ingredienti originali come il peperoncino rocoto, per presentare non solo piatti argentini, ma sudamericani nel complesso del continente. Il menù è in continua evoluzione e cerca di avvicinarsi al palato e al gusto italiano. Ceviche e causa hanno, per esempio, un gusto più morbido e delicato, meno aggressivo e piccante.

Devo ammettere di aver trovato materie prime o ingredienti inusuali o addirittura mai provati, come nel dolce: alcuni ho dovuto capirli meglio per apprezzarli, mentre per altri è stato amore immediato.

Lo chef Alex è di origini peruviane, della zona montuosa di Ancash. Prima di arrivare in Italia ha avuto divrse esperienze tra l’Argentina e il suo Paese, che lo hanno aiutato ad affinare la sua cucina d’autore. Il patron Diego Muzzi, ex chef del Don Juan, è cresciuto invece attraverso prestigiose collaborazioni internazionali in cucina come quella con Francis Mallmann a San Paolo, Gordon Ramsey in Inghilterra e Pietro Leemann al Joia di Milano. Gli ambienti di sala e cucina sono stati integralmente rinnovati, per ottenere un’atmosfera più accogliente ed elegante, ma non formale.

Un locale adatto sia per più giovani a pranzo, che per una cena da circa 50,00 € tra amici o colleghi.

Don Juanito Restaurante

Corso di Porta Vigentina 33 – Milano

Giorno di chiusura: sabato a pranzo e domenica

info@donjuanito.it

www.donjuanito.it

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *