Bene il vino italiano, meglio quello emiliano romagnolo

Ci sono segnali positivi per il vino italiano, tanto da far considerare il 2011 come un anno di svolta in cui le vendite di vino torneranno a crescere grazie alla ripresa delle esportazioni. Secondo i dati di Assoenologi, l’Emilia Romagna ha esportato nel 2010 vino per 260 milioni di euro, con un incremento del 19% sui livelli pre-crisi del 2007, ma soprattutto nel primo trimestre 2011 le esportazioni sono cresciute del 27,9% rispetto allo stesso periodo del 2010.

Il Presidente di Enoteca Regionale Emilia-Romagna, Gian Alfonso Roda, ha spiegato come in cima agli obiettivi commerciali delle aziende associate ora ci siano, oltre ai tradizionali Stati Uniti e Canada, anche Russia, Cina e Brasile.
Un ruolo importante è svolto dai fondi comunitari per la promozione extra UE, che dal 2009 hanno coinvolto direttamente 24 aziende emiliano-romagnole e 17 Paesi obiettivo. Le aziende che hanno partecipato al progetto di promozione hanno dichiarato aumenti nelle esportazioni che vanno anche oltre il 50% su mercati in via di consolidamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.