Anche il lucioperca è a Km Zero

Nel Nord Italia si registra un forte incremento delle popolazioni di lucioperca, una specie ittica assente nel nostro Paese qualche decennio fa ma il cui pescato oggi è rilevante: nel 2009 la quantità pescata nel Lario ha superato la tonnellata.

Conosciuto anche con il nome di sandra (per via del nome scientifico sander lucioperca), questo pesce è un predatore originario dell’Est europeo che può raggiungere un metro di lunghezza e oltre dieci chili di peso. Fortunatamente è apprezzato anche a tavola (bollito, al sale, filettato e fritto in padella) per via delle sue carni sode, bianche e prive di spine. “Fortunatamente” perché pescare il luciopera limita il suo impatto abientale e la minaccia che porta alla sopravvivenza di altre specie di pesci autoctone.

Sebbene sia in un certo senso “straniero”, anche il lucioperca è stato inserito fra i pesci “a chilometro zero” descritti dal sito Gustavo Pesce di Lago, creato dalla Provincia di Como per rendere riconoscibili sul mercato i prodotti ittici locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.